Esperimento (poco) segreto

Dato che mano e polso mi stanno dando ancora dei fastidi, ho pensato (bene?) di fare di necessità virtù, quindi sto cercando nuove tecniche espressive, battendo nuovi sentieri che promettono di complicarmi la vita.
Adesso è il turno delle matite acquarellabili, l’uso delle quali sto apprendendo per somma di errori, anche grazie alla difficoltà di reperire dei materiali accessori, persino sconosciuti anche ai rivenditori di queste matite. Proprio oggi ho trovato, per caso, in una piccola farmacia di Koper/Capodistria il tipo di gel che qua cercavo da un bel po’, senza risultati naturalmente.
Se vi servono altre informazioni non avete che da scrivermi, sarò felice di darvi delle dritte.

pappagalli_00pappagalli_02_spappagalli_04_s

2 thoughts on “Esperimento (poco) segreto

    • Il lavoro è composto da un fronte sul quale sono stati disegnati i pappagalli e le altre figure con le matite. Altri pezzi sono stati cuciti sopra (es. foglie e fiori), anche questi in parte ritoccati con le matite.
      Poi sono stati assiemati i tre strati, fronte disegnato, imbottitura e retro.
      Solo a questo punto è stata eseguita la quiltatura dei tre strati, a macchina.
      A lavoro terminato ho aggiunto ancora qualche dettaglio in rilievo.
      Non sarà un’opera d’arte, ma come primo tentativo in autoapprendimento non è male…
      Il fatto è che, tutto sommato, lavorare con le matite acquarellabili è divertente, e penso proprio che ci riproverò. :-)
      Bye

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.